I Criteri di selezione utili all’individuazione dei progetti ammissibili al cofinanziamento del Programma sono stati approvati con procedura scritta il 18 maggio 2023.

Nello specifico, la selezione delle operazioni avviene mediante procedure competitive e procedure non competitive già applicate nel contesto della precedente programmazione e perfezionate sulla base dell’esperienza del PON Inclusione 2014-2020, in modo da semplificare i processi di selezione delle operazioni. 

Le procedure per la selezione delle operazioni di cui si potranno avvalere l’Autorità di Gestione, gli Organismi Intermedi e i Beneficiari sono le seguenti:

  • affidamento di appalti pubblici;
  • concessione di finanziamenti in forma di sovvenzione o contributo: avvisi pubblici a carattere competitivo e non competitivo;
  • affidamenti diretti tramite accordi e convenzioni;
  • acquisizione di personale.

L’Autorità di Gestione e/o specifici Organismi Intermedi individueranno di volta in volta la procedura di selezione più adatta alla tipologia delle operazioni che intendono finanziare.

I criteri che verranno utilizzati dall’Autorità di Gestione, dagli Organismi Intermedi e dai Beneficiari si articolano nelle seguenti categorie:

  • criteri di ricevibilità: ovvero il rispetto dei tempi di trasmissione del progetto e la completezza della relativa documentazione, in assenza dei quali l’intervento/progetto non può essere considerato ricevibile;
  • criteri di ammissibilità: ovvero gli elementi imprescindibili dal punto di vista amministrativo che gli interventi/progetti devono avere per essere ammessi alla successiva fase di valutazione;
  • criteri di valutazione distinti tra FSE+ e FESR: ovvero gli elementi di valutazione tecnica delle operazioni candidate al finanziamento, collegati ai contenuti del progetto e/o ai soggetti proponenti, che comportano una valutazione qualitativa e/o quantitativa sull’aderenza del progetto agli obiettivi del PN;
  • criteri di premialità eventuali, ovvero quegli elementi che, comportano una premialità in termini di punteggio e/o in percentuale di extra contributo concedibile. Alcuni di questi criteri possono essere l’innovatività e la trasferibilità, nonché l’integrazione con altri Programmi Nazionali e Regionali.

I criteri di ricevibilità e di ammissibilità, infine, sono comuni alle azioni cofinanziate dal FSE+ e dal FESR, mentre i criteri di valutazione e criteri di premialità, sono specifici per Fondo.