Il Regolamento (UE) 2021/1060, all’art. 38, stabilisce che i Programmi operativi siano sottoposti a verifiche periodiche da parte di un organismo appositamente istituito, che prende il nome di Comitato di Sorveglianza.  Il Comitato di Sorveglianza si riunisce almeno una volta all’anno per valutare l'attuazione del Programma e i progressi compiuti nel conseguimento dei suoi obiettivi.
Le funzioni del Comitato di Sorveglianza sono:

  • L’esame dei progressi compiuti nell’attuazione del Programma e delle questioni che incidono sulla performance del programma, l’attuazione di azioni di comunicazione e visibilità, i progressi compiuti nell’attuare Operazioni di importanza strategica;
  • L’approvazione della metodologia e dei criteri utilizzati per la selezione delle operazioni, della relazione finale in materia di performance, del piano di valutazione e delle eventuali modifiche, le eventuali proposte di modifica del Programma;
  • Il Comitato di Sorveglianza può rivolgere raccomandazioni all’Autorità di Gestione, anche in merito a misure volte a ridurre l’onere amministrativo per i beneficiari.

L'elenco completo delle funzioni del Comitato di Sorveglianza è contenuto all'art. 40 del Regolamento (UE) 2021/1060.

Il Comitato di Sorveglianza del PN Inclusione e lotta alla povertà 2021-2027 è stato istituito con Decreto direttoriale n. 64 del 13 marzo 2023. La prima riunione del CdS si è svolta il 19 aprile 2023 presso il Teatro Torlonia e con procedura scritta del 18 maggio 2023 sono stati adottati il Regolamento interno, che ne definisce la composizione, i compiti e le modalità di funzionamento e la Metodologia dei Criteri di selezione delle operazioni.